vallunga

Una casa scrigno dove la montagna entra e incanta. Le finestre sono protagoniste. In soggiorno una presenta la vista sulla vallata di Selva di Val Gardena, che, enfatizzata dal grande sguincio dal colore deciso, sembra un dipinto dinamico, che muta dal giorno alla notte. Un’altra invece, di grande dimensione,  affaccia sulla Vallunga e prolunga il soggiorno all’esterno con una seduta-panca profonda che lega l’interno al terrazzo creando un vero cannocchiale paesaggistico.

Il soggiorno presenta un richiamo esplicito alle costruzioni tradizionali locali attraverso l’uso del legno di recupero di baite dismesse per il pavimento, le tavole per la grande boiserie che riveste un’intera parete e il parapetto del piano superiore il cui disegno ricorda i ballatoi dei vecchi fienili.

Tali elementi combinati con i dettagli in ferro grezzo della luce-putrella e della  libreria ‘Abbraccio’ disegnati ad hoc e con il cemento delle strutture lasciato a vista, creano uno scambio di calore e modernità, che racconta l’evidente sintonia tra committenza e progettista.

Alcuni elementi decorativi inseriscono in chiave contemporanea  il colore e il disegno di certi arredi del basso Tirolo, sottolineando ad esempio i travetti a soffitto della camera padronale con piccole righe continue rosse e azzurre.

Gli illuminati committenti si sono così appassionati al progetto da partecipare con grande entusiasmo alle varie fasi di cantiere, gli arredi , le finiture , le luci sono stati disegnati e scelti con grande armonia! La condivisa emozione di vedere il progetto trasformarsi in realtà è forse la cosa più bella del nostro lavoro!